Home Page
News
Tournče
Forum Annunci
Photo Gallery
Links
Foto Circhi Italiani
Foto Circhi Esteri
Foto Modellini
Collezione Biglietti Esteri
Collezione Biglietti italiani
Collezione Programmi
Archivio News '99-2004
Foto Artistiche e Speciali Circusfans
Riviste
Contattaci

 

News

COME INVIARE UNA NEWS A CIRCUSFANS

CIRCO ARLETTE GRUSS
(FAM. GILBERT GRUSS)
Recensione e foto dello spettacolo 2017

Gli spettacoli di circo sono come le annate del vino e quella del 2017 per Arlette Gruss è sicuramente un’ottima annata per la qualità del suo prodotto. Lo spettacolo “Et l’on réinventa le Cirque” attualmente in tournée fino al mese di dicembre si caratterizza per un ritmo molto sostenuto, una ottima varietà dei numeri e un impianto luci impressionante e fuori dal comune con decine di laser in cupola che accompagnano le oltre due ore di performance. Un impianto davvero imponente che richiede l’assistenza di una decina di elettricisti per la sua gestione e che è davvero impegnativo per un complesso circense in grado di spostamenti così rapidi e frequenti. L’abile regia di Gilbert Gruss regala veri e propri colpi di scena con l’ingresso a sorpresa della moto sul cavo d’acciaio o la suspense sull’ingresso in pista del globo della morte al cui interno sfrecciano 10 motociclisti. Molto efficace il quadro di apertura che contiene l’intensa performance alle cinghie aeree di Viviana Rossi con una serie di spettacolari passaggi, la giocoleria con le racchette da tennis di Roby Berousek e Marisa Biasini circondati dall’intera troupe.

In casa Gruss è d’obbligo un’attenzione particolare per le novità e quest’anno il pubblico ha potuto apprezzare l’ottima performance di Jonathan Rossi in sella alla sua BMX con cui compie evoluzioni davvero vertiginose e lo show di mentalismo di Claudio De Negri che sorprende per la sua capacità di ipnotizzare alcuni spettatori fino a farli cadere distesi in pista, fa loro congiungere i palmi delle mani come negli anni Ottanta il nostro Giucas Casella faceva in prima serata su Rai Uno ed esegue esercizi di trasmissione del pensiero che lasciano il pubblico piuttosto perplessi e sorpresi. Stupore e quasi shock anche per il dislocatore africano George Der Gummi Guru in grado di “avvitarsi” su se stesso di 360 gradi! Nei passaggi tra un numero e l’altro i delicati interventi del burattinaio Loic Bettini. Inoltre nella prima parte della stagione figurava i programma anche il pickpocket Pierre Ginet. Ben venga che il circo accolga personaggi provenienti da mondi vicini in grado di dare nuovi spunti agli spettatori. L’amore per la novità non è in contrasto con il rispetto della tradizione. Nella pista di Gruss abbiamo assistito a una nuova versione del numero di elefanti di Flavio Togni mandati da John Vernuccio-Togni: belle musiche, eleganti finimenti e una routine rapida e scorrevole fanno apprezzare sempre questo momenti dello spettacolo. Altrettanto convincente la cavalleria di Linda Biasini e Laura-Maria Gruss. Bruno Raffo riporta in scena il gruppo di leonesse di Martin Lacey applaudito l’inverno scorso al Circo Americano. Completano il programma i salti all’airtrack dei Flying Jumpers e l’acrobatica al palo di  Kevin Gruss (interprete sempre più versatile), Sergiy Baryshnikov & Andrii Prymak. Abbiamo lasciato per ultimo Mathieu protagonista quest’anno di trovate davvero piacevoli e originali che riportano al circo le risate. E’ davvero difficile trovare dei limiti a questo spettacolo accompagnato da una orchestra impeccabile e presentato con disinvoltura da Kevin Sagau. Uno spettacolo che soddisfa il piacere di andar per circhi e che con piacere rivedremmo di nuovo… 

Dario Duranti

------

Maurizio Colombo, alias Il Mauri, ci invia le foto dello spettacolo 2017 del Circo Arlette Gruss, famiglia Gilbert Gruss, realizzate durante la permanenza del circo a Grenoble.

 Per vedere la gallery completa

CLICCA QUI  

S.B.

18/09/2017 22.53.02
 

 

 

Invia una News alla Redazione di Circusfans Italia

Oggetto:
Nome e Cognome:
E-mail: (obbligatoria)
Messaggio:
Per inviare metti la somma di 1+1 =

 
Visitor Map
Create your own visitor map!