Home Page
News
Tournee
Circhi Italiani
Forum Annunci
Links
E-mail
Aggiornamenti
Informazioni
Biglietti Collezione
Biglietti Coll.Estero
Curiosità
Festival
Programmi

  La storia del Cirque du Soleil

UN VIAGGIO FANTASTICO

 

La storia comincia nel 1982, a Baie-Saint-Paul, nel Quebec, quando, in questo paradiso di creatività in cui l’atmosfera rurale attrae numerosi artisti, collezionisti d’arte e turisti, un gruppo di giovani artisti di strada – trampolieri, giocolieri e mangiafuoco – si mischia ai passanti con la sua allegria contagiosa. Si tratta dei membri del Club des Talons Hauts (the High Heels Club – Il Club dei Tacchi Alti). Sulla scia della risposta entusiasta da parte del pubblico, questi artisti progettano di organizzare un festival di numeri di intrattenimento, il Fête Foraine de Baie-Saint-Paul, dal quale sarebbe in seguito nato Cirque du Soleil.

 

1984    Grazie al sostegno del Governo del Quebec, Cirque du Soleil nasce come parte del programma delle celebrazioni per il 450° anniversario dello sbarco di Jacques Cartier in Canada. Cirque si basa su di un concetto totalmente nuovo: la straordinaria ed al contempo drammatica fusione tra arte circense e spettacoli di strada, sottolineata da strepitosi e stravaganti costumi, illuminata da una magia di luci ed accompagnata da una musica originale. Caratterizzato dalla totale assenza di animali, sin dall’inizio Cirque mostra tutta la sua unicità e diversità rispetto agli altri spettacoli circensi. Cirque debutta nella piccola cittadina di Gaspé, nel Quebec e da lì si sposta poi in altre dieci città della provincia. Il primo tendone giallo e blu di Cirque du Soleil (Grand Chapiteau) ha una capienza di 800 posti.

 

1985    Dopo Montreal, Sherbrooke e Quebec City, Cirque du Soleil lascia per la pirma volta la propria provincia, per una tournée nel vicino Ontario, esibendosi ad Ottawa, Toronto ed alle Cascate del  Niagara.

 

1986    Cirque du Soleil porta lo spettacolo La Magie Continue in altre otto città del Canada, inclusa Vancouver, dove si esibisce numerose volte al Festival per Bambini ed all’Expo 86. Cirque si fa conoscere anche sulla scena internazionale, grazie ai numerosi premi e riconoscimenti ottenuti nel corso di festival e competizioni in tutto il mondo. Man mano che cresce l’interesse intorno a Cirque, cresce anche la capienza del Grand Chapiteau, arrivando a 1.500 posti.

 

1987    Cirque du Soleil visita, per la prima volta, i vicini Stati Uniti. Dopo l’enorme successo ottenuto in cinque città del Quebec, We Reinvent the Circus viene rappresentato al Los Angeles Festival e, successivamente, a San Diego e a Santa Monica. Grazie all’entusiasmante risposta del pubblico californiano, Cirque du Soleil raggiunge un immediato successo.

 

1988    We Reinvent the Circus continua la sua tournée in Nord America, dopo una breve apparizione alle Olimpiadi Invernali di Calgary. Successivamente, va in scena a San Francisco, New York e Washington, esibendosi poi, per diverse settimane, a Toronto, incantandone tutto il pubblico. Ovunque vada, il risultato è sempre lo stesso: biglietti esauriti al botteghino e commenti entusiasti della critica.

 

1989    Alla tournee dello spettacolo We Reinvent the Circus vengono aggiunte le date di Miami, Chicago e Phoenix.

 

1990    Montreal viene scelta per la Prima mondiale di una nuovissima produzione di Cirque, Nouvelle Expérience, ospitata sotto il nuovo Grand Chapiteau da 2500 posti. Successivamente, lo spettacolo inizia una lunga tournee in California. Con questa nuova produzione,  Cirque du Soleil batte tutti i record precedenti di vendita di biglietti e decide di lanciarsi alla conquista dell’Europa, portando lo spettacolo We Reinvent the Circus a Londra e Parigi. L’avventura oltre oceano è appena iniziata.

 

1991    Nouvelle Expérience continua la sua tournee in Nord America, facendo tappa, per la pirma volta, ad Atlanta . Alla fine di una lunghissima tournée durata 19 mesi, che ha girato il Canada e gli Stati Uniti, in totale saranno 1,3 milioni gli spettatori entusiasti che avranno visto lo spettacolo.

 

1992    Cirque du Soleil attraversa il Pacifico e si fa conoscere nella Terra del Sol Levante con lo spettacolo Fascination, un collage dei numeri migliori tratti dagli spettacoli precedenti, che debutta a Tokyo, toccando successivamente altre sette città, per un totale di 118 rappresentazioni in quattro mesi. Nel frattempo, in Europa, Cirque du Soleil unisce le proprie forze al Circo svizzero Knie, portando in scena uno spettacolo che tocca oltre 60 città in tutto il Paese. In Nord Ameica, il 1992 vede il debutto di Cirque du Soleil a Las Vegas con lo spettacolo Nouvelle Expérience, la prima delle rappresentazioni che proseguiranno per un anno, allestite sotto il Grand Chapiteau ospitato all’interno del Mirage Hotel. Con già all’attivo numerose produzioni, Cirque du Soleil aggiunge un’altra pietra miliare al proprio repertorio: Saltimbanco. Dopo la Prima a Montreal, lo spettacolo inizia una lunga tournee in Nord America.

 

1993    Dopo il successo di Nouvelle Expérience a Las Vegas, Cirque du Soleil si sposta in un teatro appositamente progettato, sulla base di specifiche tecniche stabilite da CDS stesso, e costruito presso il nuovo Treasure Island Hotel. Viene firmato un contratto della durata di 10 anni con la Mirage Resorts per lo spettacolo Mystère, una produzione colossale che ben si adatta alla capitale dello show business. Saltimbanco termina la sua tournée in Nord America, durata 19 mesi e che ha toccato una dozzina di città, ricevendo le ovazioni di 1,4 milioni di spettatori.

 

1994    Saltimbanco inizia una tournee di sei mesi a Tokyo, grazie alla quale riscuote molta attenzione ed interesse da parte di pubblico e media. Questo stesso anno, Cirque du Soleil festeggia il suo X anniversario con un’altra produzione, Alegría. Fedele alla propria tradizione, il tour che lo porterà per due anni in giro per il Nord America, debutta a Montreal. Nello stesso periodo, a Las Vegas, Mystère continua a suscitare scalpore, mentre Saltimbanco ritorna a Montreal  per alcune date.

 

1995    Mentre Alegría prosegue la sua trionfale tournée in Nord America, Cirque du Soleil, dietro richiesta del Governo canadese, crea uno spettacolo per il summit del G7 ad Halifax, in Nuova Scozia. Inoltre, sempre in questo stesso anno, Saltimbanco si lancia alla conquista dell’Europa. Lo spettacolare Grand Chapiteau, tutto completamente bianco, con una capienza di 2.500 posti, fa la sua prima tappa ad Amsterdam, seguita da Monaco, Berlino, Düsseldorf, e Vienna. Amsterdam viene scelta come sede per il Quartier Generale europeo di Cirque du Soleil.

 

1996    In aprile, Cirque lancia, a Montreal, Quidam. Dopo le date di questa città, lo spettacolo inizia la tournée che lo porterà per tre anni in Nord America. Nel frattempo, Saltimbanco continua la sua tournée europea, con le date di Londra, Amburgo, Stoccarda, Anversa, Zurigo e Francoforte, mentre Alegría inizia una tournée di alcuni mesi in Giappone.

 

1997    Quidam continua a catturare i cuori degli spettatori in tutto il Nord America, aggiungendo altre due tappe al tour: Denver e Houston. Dall’altro lato dell’Atlantico, alla Royal Albert Hall di Londra, cala il sipario sullo spettacolo Saltimbanco, segnando la fine della tournée europea durata due anni. Alcune settimane più tardi, Cirque dà inizio al tour europeo di Alegría. Ma l’avventura di Cirque du Soleil non finisce qui. Il 1997 inizia con l’inaugurazione del nuovissimo Quartier Generale internazionale di Montreal, lo Studio, dove tutti gli spettacoli di Cirque vengono creati e prodotti.

 

1998    Mentre Alegría continua il suo viaggio in Europa, Quidam finisce la sua tournée in Nord America, che include, per la prima volta nella storia di Cirque du Soleil, una tappa a Dallas. Nel corso di questa tournée durata tre anni, il Grand Chapiteau blue e giallo ha ospitato quasi 1.000 repliche. In totale oltre 2,5 milioni di persone hanno applaudito in Nord America lo spettacolo. Inoltre, nell’ottobre di questo stesso anno, va in scena il secondo spettacolo stabile di Cirque du Soleil, “O”, ospitato in un nuovissimo teatro presso il Bellagio di Las Vegas. Si tratta del primo spettacolo acquatico di Cirque. Nel dicembre dello stesso anno, Cirque inaugura un’altra produzione stabile, La Nouba, al Walt Disney World Resort vicino ad Orlando, Florida. Cirque du Soleil mette nuovamente in scena Saltimbanco ad Ottawa per alcune settimane, prima dell’inizio della tournée della durata prevista di tre anni, che porterà lo spettacolo in Asia e nel Pacifico.

 

1999    Saltimbanco arriva in Asia e nel Pacifico e, a Sydney, inizia una tournée che lo porterà per tre anni in giro per la regione. A marzo, Quidam dà l’avvio ad Amsterdam, alla tournée che lo porterà, per tre anni, in giro per l’Europa. Inoltre, Cirque du Soleil lancia, a Montreal, la tournée in Nord America della sua ultima produzione, lo spettacolo Dralion. Come se non bastasse, la Divisione Multimediale di Cirque, “Cirque du Soleil Images”, lancia il primo film del CDS, “Alegria”, ispirato allo spettacolo di cui porta il titolo. Il suo team dinamico produce inoltre “Cirque du Soleil Presents Quidam”, una versione televisiva straordinaria dello spettacolo, che sarà trasmessa dalle televisioni di tutto il mondo.

 

2000    Per la gioia dei cinefili, esce in prima mondiale nelle sale della IMAX, il primo film di Cirque du Soleil in large-format, intitolato “Journey of Man” (Passages in francese), distribuito dalla Sony Pictures Classics.

 

2001    Ad Auckland, in Nuova Zelanda, Alegría inizia la tournée che lo porterà in Asia e nel Pacifico. Cirque du Soleil continua a crescere, inaugurando un ampliamento del suo Quartier Generale internazionale di Montreal con uno spazio di mq 15.000. Il pubblico di quattro continenti continua ad applaudire i tre spettacoli stabili di Cirque du Soleil (La Nouba, Mystère, ed “O”) e le quattro produzioni itineranti (Quidam, Saltimbanco, Alegría e Dralion). I film di Cirque du Soleil Images, la versione televisiva dello spettacolo Alegría e lo special “Cirque du Soleil Presents Alegría, vengono trasmessi in autunno.

 

2002    In aprile, un quinto spettacolo itinerante si aggiunge ai sette spettacoli in tournée. Varekai debutta a Montreal, dando inizio ad una tournée in Nord America. Quidam e Alegría (in questo stesso anno, Cirque du Soleil sbarca, con questo spettacolo, per la prima volta in Messico) arrivano in Nord America e Dralion continua la sua tournée negli Stati Uniti. Il sito di Cirque du Soleil viene totalmente rinnovato, dando ai navigatori di Internet la possibilità di ampliare la conoscenza di questo universo. Il nuovo sito riceve diversi premi. La divisione Multimediale di Cirque, Cirque du Soleil Images, produce la sua prima serie televisiva, “Cirque du Soleil Fire Within,” per il mercato televisivo canadese e statunitense e “Cirque du Soleil Presents Alegría, uno spettacolo di alta qualità destinato alle televisioni di tutto il mondo.

 

2003    Quidam prolunga di un anno il tour in Giappone. Altri due spettacoli stabili vengono creati per il pubblico di Las Vegas. Zumanity vede la luce in agosto. L’ultimissimo nato è uno spettacolo destinato esclusivamente ad un pubblico adulto e va in scena stabilmente al New York-New York Hotel & Casino di Las Vegas. La registrazione di una nuova serie televisiva – la prima ad essere prodotta interamente da Cirque du Soleil Images— viene terminata alla fine dell’estate. Questa serie TV unica, per tutta la famiglia, racchiude numeri acrobatici nella cornice di una sit-com. La serie è destinata al mercato televisivo internazionale, incluso il Canada e gli Stati Uniti.

 

2004    Cirque du Soleil celebra il suo XX anniversario. Per l’occasione vengono organizzati una serie di eventi, tra i quali, il lancio di un libro dal titolo “20 Years Under the Sun”, in cui viene raccontata, passo passo, l’incredibile storia di Cirque du Soleil. In questo stesso anno, Cirque entra nel Guinnes dei Primati per il record del numero di trampolieri (544) presenti nello stesso luogo allo stesso tempo. In autunno,  Cirque du Soleil lancia un nuovo spettacolo stabile, KÀ, all’MGM Grand di Las Vegas, e lavora alla produzione di due nuovi spettacoli: uno itinerante il cui debutto sarebbe poi avvenuto nell’aprile  2005 ed uno stabile ispirato alla musica dei Beatles, il cui debutto è previsto per il 2006 al Mirage di Las Vegas.

 

La storia del successo internazionale di Cirque du Soleil è innanzitutto la storia di un legame straordinario tra i suoi artisti e gli spettatori di tutto il mondo. Infatti, a ben guardare, sono proprio gli spettatori che accendono la passione creativa di Cirque du Soleil.

TORNA ALLO SPECIALE "ALEGRIA"
 
  www.cirquedusoleil.com